Giovanni Papini ( Immeritatamente dimenticato)

Sospetto che Papini sia stato immeritatamente dimenticato.
(Jorge Louis Borges)

E’ un uomo che non si vergogna dei suoi errori. Un vero segno del genio. Solo gli sterili e i mediocri si preoccupano della perfetta coerenza dei propri pensieri, e sono ossessionati dalla paura di sbagliare.
(Mircea Eliade)

Croce et Bergson 1914

Papini conoscerà personalmente Bergson al Congresso Filosofico di Ginevra nel 1904 e ne seguirà le lezioni al Collège de France nel 1906, sarà il primo traduttore di Bergson in La Filosofia dell’Intuizione del 1935
(titolo che evoca l’Intuizione di Benedetto Croce, nel Breviario di Estetica composto nel 1912)
Papini, nella sesta Edizione Riveduta, scrive nelle VANTAZIONI al punto 2:
“Ho intotolato questo volume Stroncature per ragioni, soprattutto, commerciali perchè quella parola attira più
facilmente la malignità e curiosità degli uomini i quali, per il gusto di sentire strapazzare qualcuno, arrivano fino 
al punto di vincere l’infame avarizia e di spendere qualche lira per un libro”
Collezione Personale
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...